Prenota online

Verifica prezzi (Prenota direttamente = Miglior prezzo)
Prenota ora

Riviera di Makarska

Il turismo ha cominciato a svilupparsi a Makarska nel lontano 1905 e nel 1906 quando qui soggiornarono i primi visitatori.

L’inizio del turismo a riviera

Prima di questo periodo, Makarska fu un porto di passaggio con un’economia discreta. Tuttavia, è molto probabile che anche in quel tempo Makarska fu visitata da curiosi, avventurieri, ricercatori e ospiti casuali. Nell’anno 1838 è stata annotata la prima gita a Biokovo del re Federico Augusto I di Sassonia.
Prima dell’inizio della prima guerra mondiale, nel 1914, a Makarska è stato costruito l’albergo «Osejava».
All’inizio degli anni sessanta, l’economia ha cominciato a rivolgersi sempre di più verso il turismo. Il numero di visitatori e di alloggi moderni cresce di anno in anno. Il turismo e il settore alberghiero, nonché vari tipi di artigianato e negozi, sono le caratteristiche distintive dell’economia di Makarska. A cominciare da quel periodo, Makarska è vincitore di numerosi premi relativi al settore turistico.

Makarska oggi

Vita notturna sulla riviera di Makarska
Makarska è considerata centro della vita notturna della Dalmazia centrale e dell’area circostante più ampia. I Disco club e i beach bar, che di sicuro non mancano a Makarska, si annoverano tra le destinazioni estive per i giovani più popolari in Croazia.
Lo spettro musicale è ampio, cosicché ogni ospite può trovare qualcosa che fa al caso proprio.
Elenchiamo alcuni nei più famosi club notturni di Makarska:
  • Petar Pan
  • Deep
  • Grotta
  • Dalmacija
Durante l’estate, tutti i club ospitano numerose stelle DJ straniere, nonché cantanti e band nazionali. I caffè bar all’aperto sono situati lungo le rive, il che contribuisce a creare la sensazione che l’intera Makarska sia un grande party.

Storia e cultura di Makarska

Tranne la vita notturna, Makarska possiede anche un altro lato, quello storico e culturale. La struttura architettonica del centro storico è fu costruita durante una lunga storia di difese contro gli invasori. Le strette strade, le case le cui finestre a momenti si sfiorano, sono la conseguenza dello sfruttamento completo dell’area a disposizione entro le mura di cinta. Nel centro città, nei pressi della riva, si trova la maggiore piazza cittadina, la piazza di Andrija Kačić Miošić, al cui centro si trova un monumento, opera di Ivan Rendić, creata nel 1890. Sulla piazza vengono organizzati diversi spettacoli di svago e altri. La piazza è chiusa dalla parte nord dalla chiesa di San Marco costruita nel 1766, durante il vescovato di Nikola Bijanković, grazie al quale la città sviluppa delle visioni all’avanguardia. Dietro la chiesa è situata la vecchia scuola costruita verso la fine del 19 o sec. caratterizzata da elementi tipici del classicismo e del periodo neorinascimentale. Sulla piazza Kačićev trg, tra il monumento e la piazza, si trova una fontana veneziana del 1775, anno in cui la città ricevette l’acqua potabile, sulla quale è stato iscritto un divieto di lavare il bucato, nonché di usufruire della fontana come abbeveratoio per il bestiame. Inoltre, sottolineiamo:
  • Il palazzo in stile barocco della famiglia Ivanišević
  • Il palazzo della famiglia Tonelli, costruito alla fine del 17 o sec. in stile tardo barocco, nel quale oggi si trova il Museo civico.
  • Il convento francescano di Santa Maria, fondato dai francescani di Bosna Srebrena nel 1502. Il convento è caratterizzato da due chiostri e due chiese ed è dotato di una ricca biblioteca e archivio con circa 50.000 libri e riviste, una raccolta di quadri e statue, nonché una raccolta di reliquie del convento.
  • Il Museo Malacologico, è il primo museo di questo genere in Croazia e uno dei più conosciuti al mondo.
  • Chiesa di San Filippo del 1758
  • Chiesetta di San Pietro del 15 o sec.
  • Il monumento di Napoleone situato all’entrata nella città dalla direzione di Spalato.
  • Il Monumento della rivoluzione dedicato agli abitanti di Makarska caduti durante la guerra di liberazione nazionale e durante la seconda guerra mondiale, nel luogo dove si trova anche l’osservatorio astronomico
  • Monumento ai guerrieri dell’esercito croato della costa di Makarska, deceduti nella recente Guerra di liberazione, eretto nel 2004.
  • Monumento al primo presidente croato situato nel porto.
  • Santuario Vepric situato all’entrata di Makarska
  • Il giardino botanico situato sopra Kotišina, dove si trovano più di 1200 tassonomie vegetali, tra le quali particolare interesse destano le numerose specie endemiche e i relitti dell’areale ristretto e più ampio.
GARANZIA DEL PREZZO PIÙ BASSO
Bluesun hotels & resorts